Sassari, la seconda città più grande della Sardegna, sorge timorosa, lontana dal mare quasi a rispettare l'immane bellezza naturale della costa sarda. La storia ci racconta delle frequenti incursioni saracene ed ecco spiegato il motivo della sua urbanizzazione interna. Siamo al cospetto di una delle città più continentali della Sardegna, con poche tracce dello spirito rurale sardo, molto più marcato in altre località più a Sud. Con una popolazione di circa 130.000 abitanti, è una città poliedrica, ricca di storia e di un grande patrimonio culturale ereditato dai vari colonizzatori sardi, genovesi, pisani, spagnoli piemontesi e austriaci che l'hanno governata nel tempo. I secoli e le diverse dominazioni della città hanno lasciato un'impronta importante nella crescita urbana e nei monumenti: l'influenza pisana resta nel Romanico Sassarese, mentre il Barocco è decisamente spagnoleggiante.

  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google+
  • Condividi su LinkedIn
  • Consiglia ad un amico