Blog

Fondata, secondo un’antica leggenda, dall’eroe greco Diomede, sbarcato in Italia dopo aver lottato con Achille a Troia, in realtà Benevento, bellissima città campana e tra le città italiane più affascinanti da visitare, deve la sua fondazione alla popolazione indoeuropea di ceppo sannitico degli Osci. È il toponimo, come spesso accade, a restituirci le origini antiche della città. Inizialmente conosciuta dai Greci con il nome di “Maloènton” e successivamente identificata come “maleventum” dai Romani, per via della fiera resistenza oppostagli dalla città durante la loro avanzata militare, Benevento iniziò ad essere conosciuta con l’attuale toponimo solamente all’indomani della vittoria romana contro Pirro re dell’Epiro.

L’antica città, rimasta sotto il dominio dello Stato Pontificio fino all’Unità d’Italia, ospita nel suo bellissimo centro storico, l’affascinante Chiesa di Santa Sofia, costruita nell’VIII secolo. L’impatto emozionale che questo splendido scrigno di fede offre al visitatore è unico. L’interno, a pianta metà circolare e metà stellare, presenta due corridoi concentrici sui quali, risultano ben visibili, consistenti tracce degli affreschi originali dell’VIII secolo. Al centro, 6 maestose colonne sorreggono l’intera volta creando suggestivi giochi di luce ed ombre a rendendo ancora più mistica l’atmosfera.

Annesso alla Chiesa sorge il convento, oggi sede del Museo del Sannio, in cui è possibile visitare il bellissimo e particolarissimo Chiostro. Varcata la soglia, impossibile è non rimanere affascinati dall’ampio spazio completamente circondato dal colonnato. Sorprendenti e tutte da scoprire, le 47 colonnine, l’una diversa dall’altra e sormontate da capitelli variamente scolpiti, meravigliano per le loro particolari forme e per la ricchezza di particolari.

Condividi
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google+
  • Condividi su LinkedIn
  • Consiglia ad un amico