Blog

A pochi giorni dalla Santa Pasqua, le telecamere di Piccola Grande Italia saranno presenti nel borgo angioino di Atella, nel cuore della verde Lucania, per riprendere uno degli appuntamenti sacri più antichi e sentiti nel Vulture.

Atella (PZ) Via Crucis 2016 - Spot

Si rinnova la tradizione per le strade del piccolo borgo Angioino del VultureSacra Rappresentazione della Passione di CRISTO• Giovedi 24 Marzo 2016, ore 16.00 Piazza DUOMO - ATELLA (PZ)||si consiglia la visione in HD||

Pubblicato da piccolagrandeitalia.TV su Lunedì 21 marzo 2016

Fondata nel Trecento, Atella rivive da oltre mezzo secolo, nella giornata del Giovedì Santo, la Sacra rappresentazione della Via Crucis. Per circa due mesi, oltre cento figuranti sono impegnati insieme all’associazione Pro Loco nell’organizzazione dell’atteso evento. Patrocinata dal comune di Atella, dalla Regione Basilicata Dipartimento Cultura, dall’APT Basilicata e dalla Comunità Europea, la storica Via Crucis rappresenta ogni anno un grande momento di raccoglimento per gli atellani, ed un’ottima occasione per gli abitanti dei paesi e delle regioni limitrofe che potranno così visitare e riscoprire l’antico borgo.

Bellissimi costumi d’epoca curati nei minimi dettagli, coloreranno il corteo che lento si sposterà tra le strette stradine del centro storico narrando i toccanti momenti della Passione e della Morte di Cristo.

Particolare attenzione da parte degli organizzatori è destinata alla scelta dei figuranti-attori. Caratteristica è la scelta dei giovani che impersoneranno Gesù e la Madonna. Scelta per ricoprire questo ruolo, anche quest’anno come da tradizione, una coppia di fidanzati che convoleranno a nozze durante l’anno e che, nei tre giorni prima della rappresentazione, si impegnano ad osservare un sentito digiuno.

Rispetto alle altre manifestazioni che si svolgono nella zona del Vulture durante la Settimana Santa, diversi gli elementi che caratterizzano la "Via Crucis" di Atella: dalla ricostruzione del "Giudizio di Pilato" , al personaggio del "Cireneo" che aiutò il Cristo a portare la croce, scelto dagli organizzatori all'ultimo momento tra il numeroso pubblico che sfila per un certo tratto in abiti moderni, fino alla "crocifissione" che si svolge su una collinetta che domina la Valle di Vitalba, in prossimità del sito paleolitico.

Condividi
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google+
  • Condividi su LinkedIn
  • Consiglia ad un amico