Blog

Riemergerà quest’estate dalle acque del Lago di Vagli l’antico villaggio. Quale miglior modo per introdurre a voi, cari viaggiatori, quello che è il borgo sommerso per eccellenza in Italia. Ci troviamo in provincia di Lucca, nella verde Toscana, per scoprire il sorprendente fascino del villaggio di Fabbriche di Careggine. Il bellissimo borgo dovrebbe riemerge infatti quasi ogni dieci anni, grazie ad un accordo sottoscritto tra il comune e l’Enel secondo il quale, l’Ente nazionale per l'energia elettrica, si impegnerebbe a svuotare il lago artificiale di Vagli. Numerosi sono stati gli “appuntamenti saltati” allo svuotamento per vari motivi tecnici. L’ultima volta, infatti, l’antico borgo è stato regalato alla vista dei tanti visitatori più di 20 anni fa. Conosciuto da molti come “il villaggio fantasma toscano”, Fabbriche di Careggine è solamente uno dei 5000 borghi “spettro” che popolano il nostro stivale e che nel corso degli ultimi decenni, hanno subito il fenomeno dell'abbandono, in seguito a calamità naturali o migrazioni. Il paesino toscano, di origine medievale, venne sommerso a causa della costruzione di una diga nel 1947. Con l’antico villaggio, a quel tempo abitato da fabbri ferrai bresciani, vennero letteralmente sommerse dall’acqua non solo le abitazioni, ma anche i ricordi e le storie di intere famiglie costrette a trasferirsi nelle nuove abitazioni di Vagli Sotto. Quando la prossima estate, il lago verrà svuotato, il primo a spuntare e a tornare alla luce sarà l’antico campanile della chiesa di San Teodoro. Uno spettacolo speciale ed emozionante che verrà salutato da milioni di visitatori dopo ben 22 anni.
Condividi
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google+
  • Condividi su LinkedIn
  • Consiglia ad un amico