Blog

Impossibile arrivare qui, guardare la particolare struttura campanaria e non associare la sua singolare pendenza ad uno dei più noti monumenti italiani, l’ammiratissima Torre di Pisa. Ci troviamo oggi nel piccolo borgo di pescatori di Nobiallo, frazione dell’affascinante comune di Menaggio, cittadina dai variopinti colori ed uno dei borghi lombardi più affascinanti da visitare. Affacciato sul bellissimo specchio d’acqua del Lago di Como, l’insolito campanile appartiene alla Chiesa dedicata ai Santi Bartolomeo e Nicolò, realizzata nel XIII secolo. Indicato dalle guide locali come punto panoramico da cui è possibile ammirare in tutta la sua suggestiva bellezza il lungolago, il campanile spunta dalle piccole e graziose costruzioni del borgo quasi come se curioso volesse sbirciare la vita lacustre. La sua particolare conformazione ha motivi strutturali: Il campanile romanico, infatti, pende così fin da quando fu edificato a causa del cedimento del terreno. Fu proprio per questo motivo che la sua costruzione fu interrotta e si cercò di ovviare all’inclinazione portando il davanzale delle finestre bifore in orizzontale e costruendovi subito sopra queste il tetto. Poco lontano dalla frazione Nobiallo, attraversata dall’Antica Strada romana Regina che collegava Como ai passi Alpini, sorge una delle splendide ville della zona, la Villa Mylius Vigoni in cui faremo tappa in uno dei nostri prossimi viaggi, ancora una volta alla scoperta delle tante bellezze dei piccoli grandi borghi italiani.
Condividi
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google+
  • Condividi su LinkedIn
  • Consiglia ad un amico